SEI IL VISITATORE N° 100244

I Nostri Sponsor

Meteo

Le Atlete

  1. Norme generali
L’atleta che entra a far parte dell’Associazione nelle sue attività, si assume l’impegno morale “di osservare lealmente le disposizioni impartite dall’Associazione e di adempiere tutti i doveri inerenti alla propria attività sportiva nell’interesse dell’Associazione”. Le atlete praticanti l’attività agonistica sono soggette, inoltre, alle regole degli enti organizzatori quali FIPAV.
 
  1. L’atleta deve rispettare integralmente i principi e le regole stabilite al capitolo 5 del presente Codice Etico essendo essa parte integrante dell’Associazione e quindi soggetto a cui tali norme si applicano.
    L’atleta dovrebbe rispettare queste norme sia nell’ambito dello svolgimento della sua attività sportiva ma anche nell’ambito della vita quotidiana mantenendo uno stile di vita sano che le consentano di poter crescere in maniera armonica ed equilibrata.
    Per potere usufruire dei servizi erogati dall’Associazione l’atleta deve essere iscritta all’Associazione stessa sottoscrivendo il presente Codice Etico.
    L’iscrizione all’Associazione comporta il versamento della quota associativa che comprende tesseramento e assicurazione; la quota sarà stabilita dall’Associazione all’inizio di ogni anno sportivo e deve essere consegnata entro i termini stabiliti dalla stessa. L’attività inizia indicativamente a Settembre e termina a Giugno (eventuali impegni oltre i termini saranno comunicati dall’allenatore o dal Direttore Sportivo). A chi si accosta alla pratica della pallavolo per la prima volta, sarà consentito un periodo di prova, massimo, previa presentazione di certificato medico di idoneità sportiva, di 15 giorni solari a cui dovrà seguire una regolare iscrizione ed eventuali proroghe verranno concordate con l’Associazione.
    Per lo svolgimento dell’attività agonistica è obbligatorio il certificato medico d’idoneità agonistica che dovrà essere rilasciato da un centro autorizzato. L’Associazione farà il possibile per trovare ambiti convenzionati con cui stipulare accordi per l’esenzione totale del ticket o per la riduzione dello stesso. Nel caso sia previsto, il ticket per il rilascio della certificazione, è a totale carico dell’atleta. Per lo svolgimento delle attività di Minivolley (prima del compimento dell’11° anno d’età) è sufficiente il certificato di “sana e robusta costituzione” rilasciato dal proprio medico curante.
L’atleta è inoltre tenuta, ogni anno, a presentare all’Associazione l’originale del referto come richiesto dalla Federazione. In caso di mancata consegna o rinnovo dello stesso, sarà momentaneamente sospesa sia dagli allenamenti sia dalle partite; nessun soggetto è autorizzato a concedere deroghe di sorta se non il Direttivo della Società.
 
  1. Il materiale sportivo e gli indumenti consegnati all’atleta devono essere tenuti con cura senza alterarne le caratteristiche con scritte o manomissioni.  La divisa di gioco dovrà essere utilizzata solo ed esclusivamente nelle partite di campionato o quando richiesto. L’Associazione di anno in anno deciderà cosa è possibile, sulla base del budget disponibile, fornire a titolo gratuito all’atleta e cosa può essere acquistato da parte della famiglia per completare la dotazione di presentazione. Tutto il materiale deve essere gestito con la massima cura e attenzione al fine di garantirne l’uso per il maggior tempo possibile.
    Le strutture e attrezzature necessarie all’attività sportiva messe a disposizione sono indispensabili per l’Associazione: si chiede di farne buon uso anche in occasione delle trasferte. Gli eventuali danni saranno a carico dell’atleta che li ha causati. Particolare attenzione è richiesta a tutte le atlete nel rispettare lo stato in essere e la pulizia degli spogliatoi; eventuali comportamenti scorretti saranno oggetto di richiamo e, in casi particolari, di sanzione.
    In caso d’infortunio durante l’attività sportiva, l’atleta è tenuta a informare l’Associazione e consegnare tempestivamente il certificato del Pronto Soccorso e ogni documentazione utile, perché si possa effettuare regolare denuncia agli organi Federali e all’assicurazione.
    Per effettuare un provino o per passare ad altre Società sportive è necessario il nulla osta o il prestito rilasciato dall’Associazione che deve essere richiesta al Consiglio Direttivo o al delegato che si occupi della materia.
Nel corso della stagione sportiva, la partecipazione a tornei e/o gare cui l’Associazione non partecipi ufficialmente, è consentita solo a fronte di un’esplicita autorizzazione scritta.
 
  1. Le atlete devono tenere, in via generale, un comportamento che rispecchi lo “status” di sportivo sia sotto l’aspetto morale che disciplinare: negli spogliatoi, sui campi di gioco e in ogni altro luogo e situazione, il comportamento deve essere educato, sportivo e leale, rispettoso nei confronti di compagne, Dirigenti, Allenatori, Direttori di gara, avversarie e pubblico senza accogliere provocazioni. Laddove manchino questi presupposti, l’Associazione si riserva di prendere provvedimenti.
    Le atlete hanno come unico interlocutore del loro operare quotidiano l’Allenatore; con lui dovranno confrontarsi e richiedere chiarimenti lì dove ce ne fosse la necessità; le relazioni dovranno essere improntate al massimo rispetto e tenersi, se possibile, al di fuori dei momenti agonistici e, comunque, mai durante le fasi di gioco.
    Le atlete sono tenute a partecipare alle iniziative di promozione societaria, in quanto parte attiva delle fasi di vita e sviluppo della Associazione, quali: presentazione squadre, tornei promozionali, cerimonia di chiusura stagionale. Eventuali richieste di esonero devono essere presentate al Dirigente Accompagnatore di riferimento con le dovute motivazioni.
  1. Allenamento
L’atleta, durante gli allenamenti, promette di impegnarsi al meglio perché la squadra di appartenenza raggiunga gli obiettivi programmati all’inizio della stagione sportiva.
 
  1. Modalità di ritrovo /puntualità: all’allenamento le atlete devono ritrovarsi nei giorni e orari prestabiliti, portando sempre il necessario per l’attività. Agli allenamenti le atlete dovranno presentarsi almeno 10 minuti prima dell’orario d’inizio, rispettando l’attività della squadra precedente. Al termine dell’allenamento, le atlete sono tenute a liberare gli spazi palestra senza recare disturbo alla squadra successiva e lasciando tutti gli ambienti, spogliatoi compresi, nel migliore stato possibile.
    Ritardi/assenze: nel caso di ritardi, o impossibilità a partecipare agli allenamenti, le atlete sono tenute ad avvisare anticipatamente gli allenatori della propria squadra, in modo da consentire un’adeguata programmazione. I permessi di uscita anticipati devono essere concordati con il proprio allenatore. In caso di atlete minorenni, ritardi e assenze dovranno essere comunicati dai genitori.
    Oggetti personali: l’Associazione declina ogni responsabilità per quanto viene lasciato negli spogliatoi: si ritiene quindi opportuno che beni o valori personali vengano portati direttamente in palestra durante l’attività. Nel corso dell’allenamento il cellulare deve essere spento e non può essere utilizzato se non in casi straordinari concordati con l’allenatore.
  1. Convocazione e gare
Gli appuntamenti relativi alle partite di campionato verranno comunicati a ciascuna atleta tramite la consegna di una copia del calendario consultabile anche sul sito dell’Associazione.
Eventuali gravi problemi occorsi durante la stagione sportiva che possano impedire di partecipare parzialmente o totalmente all’attività programmata devono essere discussi con i Dirigenti dell’Associazione e, in caso di atlete minorenni, anche con i genitori.
Per una corretta programmazione della stagione sportiva e rispetto verso la propria squadra, le atlete devono comunicare al proprio allenatore la partecipazione a gite scolastiche o viaggi durante le festività e i ponti.
 
  1. Convocazione: le convocazioni alle gare, sia ufficiali sia amichevoli, sono organizzate dagli allenatori delle rispettive squadre. Tutte le atlete convocate devono trovarsi, con congruo anticipo rispetto all’ora stabilita, nel luogo indicato, muniti di documento d’identità personale valido e del materiale sportivo necessario per partecipare alla manifestazione. Per le partite in casa l’arrivo è previsto almeno un’ora prima dell’inizio gara, mentre per quelle fuori casa farà fede quanto stabilito dagli allenatori/dirigenti.
    Assenze: nel caso di ritardi o impossibilità a partecipare alle partite, le atlete sono tenute ad avvisare tempestivamente gli allenatori della propria squadra. In caso di atlete minorenni, ritardi e assenze dovranno essere comunicati dai genitori.

Under 14 PGS

Annunci commerciali

Link Utili




Fipav CP Milano News

OFFICIAL WEB SITE
ASD  AUDAX VOLLEY
Via Roma,10 - 20094 Corsico
P. iva 12587290151 C.f. 97225490156
                    
 

Sito generato con sistema PowerSport